Bambini in Viaggio, Consigli Utili per la Famiglia



Chi si accinge a intraprendere un viaggio con uno o più bambini potrebbe aver bisogno di qualche consiglio che gli permetta di affrontare questa esperienza nel modo più sereno possibile, soprattutto se si tratta della prima volta che ciò avviene. Il primo suggerimento che vale la pena di prendere in considerazione, per esempio, è quello di non eccedere con i bagagli, magari per il timore di non trovare – nel luogo di destinazione – ciò di cui si ha bisogno per garantire la cura e il benessere dei piccoli.

Troppe preoccupazioni, però, si possono rivelare dannose, e anche se in un Paese straniero si potrebbe fare fatica a reperire le stesse marche che si trovano in Italia, non c’è nulla da temere.

Per quel che riguarda la scelta dell’alloggio, chi viaggia con i bambini è sempre indeciso se optare per un hotel o per una casa vacanza: nel primo caso si può beneficiare di un servizio completo e ottimale, ma – d’altro canto – si è costretti a rispettare determinati orari, soprattutto per quanto concerne la colazione e la cena; nel secondo caso si ha una maggiore possibilità di azione, ma l’altro lato della medaglia è che ci si deve preoccupare di pulire, di cucinare e di svolgere un minimo di faccende domestiche.



Insomma, l’hotel è indicato a chi vuole sentirsi davvero in vacanza, soprattutto se vengono offerti il servizio in camera e la baby sitter, mentre la casa permette di non modificare troppo le abitudini dei piccoli.

Se si è in viaggio con un bambino, il piccolo deve essere sempre monitorato, ma è bene non esagerare con il controllo, perché il rischio è quello di farlo sentire sotto pressione o di opprimerlo. Se proprio si ha paura che il bimbo si perda, magari perché ci si trova in spiaggia o in un campeggio grande, non c’è soluzione migliore che quella che prevede l’acquisto di un device di tracciamento GPS, che può essere attaccato su una catenina che porta al collo, sullo zainetto o sulla maglietta che indossa.

Infine, l’ultimo aspetto da valutare riguarda ciò che è bene portare, anche tenendo conto delle norme dei mezzi di trasporto: sugli aerei, per esempio, la borsa dei pannolini viene paragonata a un bagaglio a mano. Da non dimenticare, per i più piccoli, un ciuccio di riserva e le provvidenziali salviette per i neonati, ma anche dei vestiti di ricambio e delle caramelline, per tranquillizzare il bimbo e farlo sentire bene.