Cosa Vedere a Castiglione d’Orcia



L’intera Val d’Orcia è stata nominata nel 2004 patrimonio dell’UNESCO e per la sua incredibile ricchezza di paesaggi e di storia il borgo di Castiglione d’Orcia è una delle perle più preziose di questo splendido territorio.

La bellezza della Val D’Orcia è da sempre stata musa di poeti e artisti, ricordiamo ad esempio il movimento rinascimentale della Scuola Senese, lasciando nel cuore degli abitanti di questi luoghi spettacolari un’autentica fierezza e passione per le proprie terre. L’urbanistica di Castiglione d’Orcia (il borgo centrale del comune in provincia di Siena) arroccato su una dolce collina, è davvero speciale per la sua complessità e risale all’epoca medievale e rinascimentale. Il Comune di Castiglione d’Orcia comprende diversi borghi interessanti che si trovano in posizione strategica sulla via Francigena.

 

Parco della Rimembranza

Questo parco storico, costruito in memoria dei caduti della Prima Guerra Mondiale, si trova proprio all’inizio del borgo principale. All’interno del parco, ricco di preziose varietà botaniche locali, si trova un monumento che raccoglie i nomi dei caduti. Nonostante il ricordo di un periodo buio per la popolazione locale, questo parco è un luogo di pace molto amato dai cittadini.

 

Piazzetta Vecchia

Questa piazza antica e ricca di storia è il cuore del paese, qui si trova l’antico palazzo comunale che tra le altre cose ospita anche la sede locale dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) e una Sala della Memoria a ricordo delle azioni della locale resistenza partigiana. La piazza centrale è davvero bella e raccolta con la sua inusuale forma triangolare e il pozzo centrale. È stata dedicata al pittore senese Lorenzo di Pietro”il Vecchietta”, originario del paese.

 

Sala San Giovanni

Quella che un tempo era una chiesa della confraternita di San Giovanni è ora una sala artistica che raccoglie opere e dipinti di grande valore eseguiti ammirando il territorio da alcuni dei maggiori esponenti della scuola senese.

 

Pieve dei santi Stefano e Degna

Questa chiesa, dedicata agli omonimi santi, venne costruita a metà del 1500. Caratterizzata dalla tipica pianta a croce racchiude al suo interno una serie di lodevoli opere artistiche di scuola senese del primo Cinquecento, compresa una grande tavola chiamata Madonna in trono col Bambino e santi.

 

Chiesa di Santa Maddalena



In posizione più defilata si trova la chiesa di Santa Maddalena, intima e raccolta chiesetta romanica con un bellissimo campanile autentico a vela.

 

Rocca Aldobrandesca

Ma è la Rocca Aldobrandesca, o Rocca d’Orcia, a dominare la scena. I suoi imponenti resti dominano il borgo medievale di Castiglione d’Orcia, infatti la Rocca si trova nel punto più alto della collina del paese, a 574 metri e conserva parzialmente intatte le antiche mura in pietra calcarea che la cingevano, offrendo uno spettacolo davvero impareggiabile per i visitatori.

 

Tintinnano e la sua Torre

A poco più di 500 metri dalla Rocca Aldobrandesca sorge la Torre di Tintinnano, un’imponente costruzione che risale al 1100 ed è stata voluta dalla potente famiglia degli Aldobrandeschi. La fortezza è stata a lungo un valida postazione strategica lungo la Via Francigena che univa Roma con il nord Italia e la Francia e che era un’importante arteria commerciale a i tempi. Una ricostruzione verosimile della sua struttura vede al primo piano gli alloggi di servi e guarnigione militare mentre nel piano superiore raggiungibile tramite una scala del torrione si trovava la cucina (dove sono ancora identificabili il pozzo e il forno). La sala superiore principale era davvero grande e il tetto a volta doveva renderla ancora più d’effetto. Da qui era possibile raggiungere una terrazza con uno splendido belvedere con vista su tutta la vallata dal Monte Amiata alle colline della valle sovrastate dai vicini borghi. Attorno alla torre sorge a ventaglio l’antico paese di Tintinnano, che è dotato di una piazzetta centrale molto graziosa e di due rocchette minori ancora parzialmente intatte. Proseguendo la visita di questo piccolo borgo fantasma (la maggior parte della popolazione locale risiede nel borgo principale di Castiglione d’Orcia) non potete perdere la semplice Chiesa della Madonna delle Grazie di Manno, l’antico ospedale e Piazza della Cisterna.

 

Bagni San Filippo

A pochi chilometri dal paesello di Castiglione d’Orcia si trova Bagni San Filippo, una piccola località termale che nasconde un bosco pieno di cascate e pozze di acqua caldissima e rigenerante, anche nota come il Fosso Bianco. Bagni San Filippo è anche dotata di uno stabilimento termale privato con piscina e centro benessere. Per saperne di più leggete questo interessante articolo su Bagni San Filippo.