Cosa Vedere nelle Marche



A volte lo stress quotidiano ci spinge a ricercare luoghi dove poter passare del tempo e rilassarci e goderci il riposo, visitando monumenti o posti inesplorati e mai visti fino a quel momento.

Nelle Marche ci sono posti bellissimi dove poter trascorrere del tempo, e proprio il fatto di essere una regione poco conosciuta può indurci a sceglierla come meta di un weekend fuori porta o come luogo di vacanze se non siamo propensi a qualcosa di più dispendioso o esuberante.

Ma cosa vedere nelle Marche? Quali sono i posti di mare da preferire per la tua prossima vacanza al mare nelle marche?

Promontorio del Conero

Nelle Marche troviamo spiagge sabbiose e arenili ricchi di pietre, e alte scogliere a picco sul mare dove le acque di un azzurro cristallino si stendono per molti chilometri.
Il profilo costiero delle Marche si suddivide in due zone, separate tra loro dal promontorio del Conero, un massiccio roccioso di calcare la cui sagoma incombente si staglia a sud-est di Ancona.

Qui possiamo trovare due tra le località più visitate della zona, Sirolo e Numana, che attirano la maggior parte dei turisti grazie al paesaggio spettacolare costituito da rocce chiarissime e dal mare particolarmente cristallino che riflette il fondo.

Il primo si erge proprio sul promontorio del monte Conero e si affaccia sull’Adriatico dai suoi 120 metri di altezza, e conta una popolazione di appena tremila persone.

La seconda posta poco più in basso di Sirolo, e famosa per le sue bellissime spiagge e per le sue acque verde smeraldo.

La costa settentrionale

Casteldimezzo e Fiorenzuola di Focara sono piccoli paradisi che si trovano lungo la costa settentrionale, all’interno di golfi e piccole baie dalle acque limpidissime. Questa zona si trova a ridosso della Riviara Romagnola, e inizia a Gabicce, località che segna la parte settentrionale della costa marchigiana.



Le coste basse

Le cosi dette coste basse iniziano a Pesaro, dove si ha un’abbondante alternanza di spiagge ciottolose e sabbiose, che proseguono incontrando i diversi paesini tra cui Fano, Marotta e Senigallia, per giungere quindi a Falconara. Tutte città di epoca medievale che conservano ancora le caratteristiche dell’epoca. Degno di nota è la Rocca Roveresca, un imponente castello a pianta quadrata costruita in epoca rinascimentale.

Riserva Naturale Regionale Sentina e altre attrazioni

Muovendosi in direzione sud si arriva infine all’ultimo tratto delle coste marchigiane, che terminano al confine con l’Abruzzo raccordandosi alle sue spiagge. La foce del fiume Tronto segna il confine delle due regioni, e proprio qui troviamo la Riserva Naturale Regionale Sentina.
Troviamo quindi in questa zona le città di Porto Recanati, Civitanova Marche, una citta di quarantamila abitanti nata dalla fusione di due centri urbani più piccoli e vicini tra loro, che consta di moltissime cose da vedere, tra monumenti, ville ed altro oltre alle sue spiagge e al suo splendido mare azzurro.

Infine tra le città da non farsi mancare troviamo Porto Sant’Elpido, Porto San Giorgio, San Benedetto del Tronto e molti altri centri più piccoli ma della medesima bellezza.

Dunque, per concludere, dopo aver letto questo articolo e dopo aver scoperto cosa vedere nelle Marche, rispondiamo ad una domanda: perché escludere dalle vacanze quelle località non particolarmente famose se hanno tanto, e forse di più, da regalarci? Organizza una vacanza al mare nelle Marche!